Operatore H.A.C.C.P.

Descrizione

Corso per Alimentarista (HACCP) 

Formazione del personale adibito alla produzione, preparazione, confezionamento, manipolazione, trasporto, somministrazione e vendita di alimenti.

Progettato in conformità con le disposizioni del D.A. R.S. 275/2018 e del D.A. R.S. 630/2019. Valido in tutta Europa secondo la direttiva Europea 2005/36/CE recepita dallo stato italiano con Dlgs 206/2007

Descrizione corso per operatori del settore alimentare- Gli operatori del settore alimentare, ai sensi del Regolamento Europeo N. 852/2004 Capitolo XII devono assicurare che gli addetti alla manipolazione degli alimenti ricevano un addestramento e/o una formazione in materia d’igiene alimentare, in relazione al tipo di attività̀, oltre a garantire il continuo aggiornamento in relazione alle mansioni effettivamente svolte e alle eventuali nuove disposizioni legislative emanate in materia di igiene degli alimenti.

 A chi è rivolto. Il corso è rivolto al personale, di tutte le aziende alimentari, addetto alla produzione, preparazione, confezionamento, manipolazione, trasporto, somministrazione e vendita di sostanze alimentari, e che richiede per la prima volta l’attestato di formazione.

 Normative in riferimento. il D.A. n. 275 del 19 febbraio 2018, modificato con il D.A. n. 630 del 12 aprile 2019 (regione Sicilia); (CE) n. 852/2004; (CE) n. 853/2004; (CE) n.178/2002.

Sanzioni . Il mancato svolgimento della formazione comporta sanzioni, definite dall’art. 6 del Dlgs 193/07.

Obiettivi e Programma del corso di 12h. Il corso si propone di realizzare un’efficace formazione oltre che adeguato addestramento del personale addetto alla manipolazione degli alimenti, finalizzati alla corretta attuazione di tutte le misure di buona prassi igienica, per garantire una reale prevenzione delle tossinfezioni alimentari. Così come previsto dalla normativa vigente, il corso offre i contenuti tali da garantire all’alimentarista la conoscenza approfondita degli argomenti che per esigenze didattiche vengono suddivisi in  moduli:

  1. rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici;
  2. igiene personale e corrette prassi per la prevenzione delle malattie trasmissibili con gli alimenti;
  3. obblighi e responsabilità dell’operatore del settore alimentare;
  4. requisiti generali in materia di igiene;
  5. principi di pulizia e disinfezione degli ambienti e delle attrezzature;
  6. modalità di conservazione degli alimenti;
  7. principali norme in materia di sicurezza degli alimenti e sanzioni per le violazioni di tali norme;
  8. tracciabilità e rintracciabilità degli alimenti;
  9. microrganismi patogeni e meccanismi di contaminazione biologica e chimica degli alimenti;
  10. autocontrollo, nozioni sui prerequisiti (lotta agli infestanti, smaltimento dei rifiuti, gestione dei sottoprodotti di origine animale, etc…);
  11. autocontrollo: nozioni sulle procedure basate sui principi del sistema HACCP;
  12. nozioni di base sugli alimenti contenenti glutine, allergeni e relativa normativa e norme di buona pratica atte ad evitare la presenza di allergeni occulti negli alimenti

Durata e aggiornamento certificazione. Il nostro programma didattico, aggiornato alla nuova normativa, ha una durata di 12 ore.  La certificazione conseguita al superamento della verifica d’apprendimento ha una validità di 3 anni e si rinnova attraverso un corso di aggiornamento della durata di 6 ore, da effettuarsi 30 giorni prima della scadenza dell’attestato così come specificato nel D.A. n. 275 del 19 febbraio 2018, modificato dal D.A. n. 630 del 12 aprile 2019.

Obiettivi e Programma del corso AGGIORNAMENTO di 6h. Il corso di richiamo di 6 ore (con cadenza triennale), previsto dal presente decreto, dovrà costituire una occasione di ulteriore crescita culturale degli alimentaristi che hanno già frequentato un precedente corso.  A tale scopo il corso dovrà fornire elementi e informazioni su eventuali nuove disposizioni legislative in materia di igiene degli alimenti e approfondire in maniera dettagliata il programma seguito nel precedente corso di formazione. Nell’espletamento del corso dovranno essere fornite ulteriori informazioni su:

  • microrganismi patogeni e condizioni che favoriscono o inibiscono la relativa crescita;
  • corretta conservazione degli alimenti e trattamenti di abbattimento microbico, con particolare riferimento alla catena del freddo e alle corrette temperature di conservazione degli alimenti;
  • prevenzione delle tossinfezioni alimentari;
  • piani di autocontrollo basati sul sistema HACCP.

Il corso è valido in tutta Italia per il principio della reciprocità (Direttiva Europea 2500/36/CE recepita con D.lgs. 206/2007). Tuttavia ogni regione è autonoma nel disciplinare la formazione e tutto ciò ha dato vita ad uno scenario eterogeneo, le cui differenze spesso hanno creato confusione in tutti coloro che operano nella filiera alimentare, ci sono alcune regioni, per esempio, nella cui normativa non si menziona la formazione Haccp online. I nostri attestati sono validi sull’intero territorio nazionale, anche nelle regioni che non hanno normato i corsi in modalità online, sulla base dei seguenti riferimenti:

  • l’ordinanza numero 1179/2010 del TAR del Lazio, che ha riconosciuto la validità della formazione a distanza per l’erogazione dei corsi in materia di H.A.C.C.P. obbligatori per legge;
  • la sentenza numero 4290/2010 del Consiglio di Stato, che ha confermato la sentenza del TAR Lazio che, allo stato, è da intendersi definitiva a tutti gli effetti di legge;
  • la Direttiva 2005/36/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali;
  • il Decreto Legislativo n°206/2007 con cui l’Italia recepisce il la Direttiva 2005/36/CE.

In particolare le ultime due norme riconoscono la validità delle qualifiche professionali e dei titoli tra gli stati membri dell’Unione Europea, questo fa sì che un titolo relativo ad una qualifica professionale (come un Attestato Haccp) erogato in una regione d’Italia con modalità da essa stabilite, non sia solamente valido all’interno della regione stessa, ma anche su tutto il territorio nazionale ed Europeo.

BISOGNA FARE ATTENZIONE AI REGOLAMENTI REGIONALI, la norma lascia “la relativa valutazione dell’attestato alle autorità competenti regionali”.

Test di verifica dell’apprendimento. Modalità FAD: Alla fine di ciascun modulo didattico è previsto un mini-test di verifica dell’apprendimento riferito al modulo stesso. I test sono composti da n. 3 domande a risposta multipla di cui soltanto una è la risposta corretta. L’utente ha a disposizione 15 minuti di tempo per rispondere alle domande. Si considera superato il test se almeno l’80% delle risposte date siano corrette (almeno 2 risposte su 3 devono essere corrette). Il test NON SUPERATO potrà essere ripetuto per massimo altre due volte e, per il meccanismo random, con domande diverse rispetto a quelle proposte nei tentativi precedenti. In caso di mancato superamento del test, dopo i tre tentativi previsti, anche non consecutivi, la piattaforma non permetterà al discente di ritentare il test se non dopo avere seguito nuovamente le lezioni del modulo didattico. Alla fine del corso i partecipanti dovranno sostenere un test finale (20 domande) su tutti gli argomenti trattati e una volta superato con profitto, verrà rilasciato l’attestato di avvenuta formazione, scaricabile tramite una procedura guidata.

Modalità in presenza: Al termine della lezione verrà effettuato un mini-test di apprendimento composto da n.3 domande a risposta multipla sugli argomenti trattati al fine di verificare la corretta comprensione dei partecipanti.  Alla fine del corso i partecipanti dovranno sostenere un test finale (20 domande) su tutti gli argomenti trattati e una volta superato con profitto, verrà rilasciato l’attestato di avvenuta formazione.

Informazioni. Tutte le informazioni ed i chiarimenti possono essere richiesti presso:

ASSOFORMATORI, Via Lisia, 3 – 96016 Lentini (SR) – Tel./Fax: 095.7831066 Website: www.associazioneformatori.it  Email: info@associazioneformatori.it – haccp@associazioneformatori.it

Dettagli

  • Età minima-
  • Validità certificazione-
  • Durata minima raccomandata-